L'antiphilosophie – Jean-Claude Milner (Il lavoro in modo chiaro)

La psicoanalisi ha stabilito che è il discorso del soggetto. Ma lei non ha bisogno di sentire la filosofia che si tratta di un soggetto. Se si tratta di filosofia inutile, poi lei è dannoso e deve essere designato come. Questo è il tempo della filosofia anti-.

La parola sorpreso. Riferimento dei filosofi appariva inseparabile dal lavoro di Lacan. Quando Freud rimase riservati – più austriaco che tedesco in questo senso – e sempre più disposti a sostenere le arti e le lettere che la filosofia, Lacan costantemente citato corpo filosofico. Parlando di anti-filosofia, aveva deciso di negare a se stesso?

Il tema è certamente datato. E 'nato con la riorganizzazione, in 1975, Dipartimento di Psicoanalisi dell'Università di Parigi VIII. Riappare in 1980, durante una polemica da L. Althusser. Qui come altrove, Tuttavia, sarebbe vano attenersi alle circostanze di aneddoti. La riorganizzazione del Dipartimento della psicoanalisi ha dovuto passare attraverso chiacchiere curioso e sprezzante con il Dipartimento di Filosofia, riapparve a modo suo in questa occasione è un vero e proprio conflitto delle facoltà, non è senza importanza, se è indossato oggi da sorriso. Ma niente fa la storia per giustificare la produzione di una parola come violento. Non può essere interamente spiegato da cause nella misura della sua violenza. Se solo per ragioni di cronologia, cause sono chiaramente nella ricerca generale del classico secondo, vale a dire in matèma.

Sappiamo che Lacan esitato a lungo per registrare in la struttura organizzativa dell'Università, soddisfacente al rifugio che poteva concedergli i suoi margini. Dopo 1970, ha accettato e forse voluto che parte Reclami reparto direttamente a lui. Le modifiche le cui cause sono molteplici. Non possiamo contare per nulla sconvolgimento subito dalla istituzione accademica in francese 1968. La questione è come Lacan interpretato. Ci sono alcune ragioni per pensare lo inteso come un meccanismo di decadimento; Proprio per questo, conclude che sarebbe costato molto di più per utilizzare i mezzi che erano ancora disponibili all'interno di un istituto obsoleto (Cristiani e non ha esitato a usare l'Impero, appena sono stati certi della sua crisi incurabile. Anche si è presentata come la più sicura garanzia).

Ma non dovrebbe fermarsi qui: l'università si basa su un atto di trasmissione; la legittimità di un dipartimento universitario della psicoanalisi è quindi sostenuto che una dottrina fornito una trasmissibilità della psicoanalisi. Se un dipartimento universitario potrebbe effettivamente essere ricevuto come un luogo adatto per l'insegnamento di Lacan (nuova decisione, Ricordo il), Questo perché la dottrina della matema ora era completa. L'attivazione dell'università non è secondo solo classicità contemporanea; richiede come condizione necessaria (Questo non significa che si tratta di una conseguenza necessaria; su questo, l'intelligente competere).

O, la riorganizzazione del dipartimento è riassunta sotto la testa del movimento anti-filosofia. Questa è la matema che sola può giustificare la parola. Più esattamente, l'anti-filosofia è solo un altro nome di matema.

La tesi è:

E 'la mutua esclusione tra filosofia e matema della psicoanalisi'.

L'argomento è in realtà facile da costruire. Basta prendere la lettera che molti filosofi (non tutti) dire per se stessi: da cui dipendono, maggiore continuità, Filosofia greca. O, La filosofia greca è fondamentalmente legata al mondo della’Episteme. Per alcuni aspetti, ha fondato il mondo. Il’Episteme, nella sua struttura theoria Distinguée di pratica, è completamente autorizzata dalla filosofia. In cambio, il filosofo non può mai essere indifferente alla possibilità di non’Episteme (egli nega o afferma questa possibilità): vale a dire, uno che chiama l'anima e citazione

Il nome stesso filosofia chiave per le fondamenta di un mondo. La necessaria pompe e, somiglianza e doveri, l'anima e la sua purificazione, Questa è l'anima insieme e’Episteme dispiegare; Forse il nome più probabile per riassumere è quello di sophia, la saggezza di essere amato come se stesso (philein). Un fatto che la scienza moderna vi rinuncia. La psicoanalisi schiera esplicitamente rinuncia. E 'rigorosamente l'opposto della filosofia.

Si è pertanto concluso:

'Non c'è filosofia, che è completamente sincrono con la scienza moderna, che l'avrebbe fatto contemporanea '.

Questo è effettivamente conferisce una dimensione. La filosofia contemporanea della scienza moderna testimonia ai suoi dispositivi che sono estranei; Da qui il suo matematica benzina relazionalità, finché non è definita in termini di lingua. Anche se non nega la grave frattura, filosofia mantiene aperto e problematico; lei chiama a pensare. Qualcuno potrebbe dire che è in una posizione di riferimento assoluto.

Ma la psicoanalisi, nel frattempo, è per sua natura sincrona scienza moderna; è di un altro tempo – logico o cronologico – che la filosofia. Deve ancora dire che la sua propria sincronia. Dopo Freud, non aveva più a tal fine che il linguaggio della scienza ideale adulterato. Questo è quello, il primo dispositivo della classica, che la psicoanalisi utilizza filosofia. E 'per lei di inserire un cuneo tra se stesso e la scienza ideale come Freud e Freud immaginato piccolo. Riflette nel primo assioma del soggetto e il suo omonimo.

Freud aveva detto cultura umanistica – letteratura, storia, archeologia. Questo appello non è stato sufficiente; potrebbe fornire basterebbe ancora meno dopo il collasso istituzionale, militare, regioni politiche e morali in cui l'umanesimo classico aveva a lungo sopravvissuti – Germania Melantone, Austria gesuita, Francia alla Sorbona Dreyfus. Tanto più che la scienza ideale aveva guadagnato forza: era, da 45, in i vincitori. La vittoria di ingegneri della democrazia liberale e commercianti è stata anche la vittoria della scienza più ottuso (18).

Ritorno a Freud assume quindi visitare dalle regioni che lo stesso Freud era vietata. Contro canaglia scientismo della International, le armi della filosofia erano ora più forte che la cultura delle armi. Per sentire la sua appartenenza intima al mondo della scienza, Lacan deve prima sciogliere l'appartenenza falso e strettamente imitativo era finito edificio, lontano dalla patria, psicoanalisi inglese. A tal fine, La filosofia da sola potrebbe servire, poiché solo sorto, nell'ordine di sistematicità e dimostrazione, A differenza di quanto scienza.

L'uso ripetuto che la filosofia di Lacan in questo periodo non è in contraddizione con la relazione mutua esclusione mantiene con la psicoanalisi. Anzi, implica l'esclusione. Esso consente solo la filosofia si impegna a sollevare le grandi masse della scienza ideale e la sua imitazioni istituzionale. L'uso della filosofia è l'esatto contrario della filosofia anti-. Questo significa anche che il secondo è l'opposto del primo.

Rimane una inversione si è verificato, con la creazione di nomi di. Siamo tornati al dritto, la batteria al viso. Lacan è probabilmente considerato ha vinto la sua prima battaglia contro la scienza ideale. Scienza WASP ideale, almeno. Con forse 68, che avrebbe presumibilmente porre fine all'espansione del indolore. Con forse il LEM alunissant, nel qu'irruption reale successo nella scienza lo spedisce al suo immaginario zavorramento di convocare solo la matematizzazione (“discorso scientifico réusssi[t] il anulissage che attesta la nascita di un vero e proprio pensiero. Questo è senza il linguaggio matematico della macchina fotografica”, Televisione, p. 59).

Per queste cause esterne, che il valore dei sintomi, Assistente ad una causa interna: l'emergere della teoria della matema, consolidata impostando al nodo. Al momento della classica secondo, il nome di anti-filosofia si riferisce specificamente alla trasmissione. Al momento della prima classica, non è da pronunciare, perché il problema della piena trasferibilità della psicoanalisi non è stato affrontato testa. È vero che durante questo periodo, Lacan sostiene il rapporto della psicoanalisi alla scienza moderna; è vero che l'uso incessemment degli oggetti matematici, ma non dice che la trasmissione avviene possibile solo con la lettera matematica. Perché in realtà non è completamente abilitata dottrina della lettera e perché non definisce la lettera matematica. Non appena si sono fatti tesi critica, toccando la lettera, matematica e di trasmissione, l'inversione può essere compiuta.

Il resto, è solo per citare: “Per essere la lingua più favorevole al discorso scientifico, la matematica è la scienza senza coscienza che è la nostra promessa Rabelais buoni, ciò che un filosofo non può che rimanere intasato.” (La splendida, p; 9; Sottolineo); “l'avvento di una vera, L'atterraggio è avvenuto […] senza il filosofo in là attraverso ogni rivista verrà spostato…” (Televisione, p.59; Sottolineo); “Mi alzo, se così si può dire, contro la filosofia. Quel che è certo, è che è una cosa finita. Anche se mi aspetto che il rifiuto di rimbalzo” (“Sig. A.), Ornicar?, 20/21, 1980, p.17; Lacan sottolinea) (19).

Non vi è quindi da stupirsi che dopo hanno partecipato costantemente testi filosofici, concetto formato dopo la lettura di Hegel, Dopo aver tradotto Heidegger, commentato Platone e Cartesio, citato Aristotele e San Tommaso d'Aquino, Lacan inventato una parola che i filosofi, va detto, hanno generalmente preso come un insulto.

A tale riguardo, è così la filosofia come la politica. La loro co-appartenenza diventa un teorema: “Metafisica non è mai stato e non può essere estesa ad affrontare collegare il foro nella politica. Questa è la molla”, Lacan scrive 1973, vale a dire affrontare Heidegger (“Introduzione all'edizione tedesca del Scritti“, Scilicet 5, p. 13). Perché la politica, anche, dimostra radicalmente fuori sincrono con il mondo moderno.

Est-ce uno hasard se, parlando Etat, democrazia, dominazione, di liberté, parla greco e latino (per alcuni, è vero, parla; la maggior parte del tempo, mormora)? Per questo dyschronie fondamentale, chiamò dal principio psicoanalitico di indifferenza. Perché uno o l'altro e il mondo stesso o stesso universo;

Sempre che la scienza e la politica non hanno nulla da fare insieme – altrimenti commettono crimini – perché non appartengono allo stesso mondo o l'universo stesso, psicoanalisi e non ha nulla a che fare con la politica – se non dire sciocchezze. Questo era, ricordiamo, Posizione di Freud: “agnosticismo politica”, “indifferenza” (Scienza e Verità, p.858) (20). Antipolitica, probabilmente, Parallel à l'antiphilosophie.

Indifferenza, inteso nel senso, non porta necessariamente al silenzio oggetti la cui politica colloqui. Lacan non è sempre rimasto in silenzio sulla questione. Mettiamo che, a parte i commenti molto generali sul corso del mondo – rimangono sparsi su Lacan interventi proptreptiques spesso non si preoccupano e semplicemente riprendere, per lo più, mettere in relazione alla massa: luce dell'intelligenza in relazione al parere, ma breve in termini di conoscenza. Vi è anche un'altra cosa: comprendere la teoria dei quattro discorsi. È un intervento nel campo della politica empirica cose – come pratica e come pensiero – Offerte. Il successo o meno, che non è il problema. È importante sottolineare, è circa la natura. E 'ovvio che lui non fa nulla per correggere l'indifferenza radicale, autorizzato solo da Freud, da circa massimi opposti politici possono essere visti come valori differenti della stessa variabile.

C'è anche una radicale indifferenza filosofica della psicoanalisi.

Questo è in realtà la responsabilità di riferimenti sovrabbondanti corpo filosofico. Deve essere profondamente indifferente all'utente la filosofia con la libertà tanto, tutti i concetti tecnici, allusioni esplicite o implicite, o, il che è lo stesso, Occorre evitare che testi di filosofia formano una costellazione di spumante, ma non pensare. Al ritorno antiphilosophie sua, in forma di cultura filosofica ampia.

Non più di politica indifferenza impedisce di tanto in tanto parlare di politica (indifferenza in politica non è l'indifferenza alla politica), l'anti-filosofia non deve smettere di parlare di ciò che la filosofia: indifferenza in filosofia non è l'indifferenza alla filosofia. Infatti, deve andare oltre: la psicoanalisi ha non solo il diritto, ma il dovere di parlare di ciò che la filosofia, perché ha esattamente gli stessi oggetti. In Televisione, Lacan si impegna a rispondere alla domanda che lui sotto la testa triplo “sapere, speranza, fare”, egli sostiene che la questione, léguée par Kant, è irrilevante. Si potrebbe certamente riconoscere qui una cultura semplice riunione. Ancora, il rapporto è più intrinseco.

L'intervento di punto psicoanalisi infatti lascia riassumere come: il passaggio del tempo precedente quando il parlante potrebbe essere diverso è infinitamente – nel suo corpo e nella sua mente – al momento successivo, quando il parlare, a causa della sua contingenza molto, è diventato piuttosto come una necessità eterna. Infine, perché la psicoanalisi parla solo una cosa: la conversione di ogni singolarità di una legge soggettiva anche necessario che le leggi della natura, anche come contingente e assoluto.

O, è vero che la filosofia ha smesso di lavorazione di questo momento. In uno sens, si potrebbe sostenere che è stato correttamente inventato. Ma, per descrivere, essa ha generalmente modo di off-mondo. O, psicoanalisi non è nulla se non mantiene, come centrale la sua dottrina, non ci sono off-universo. Allora, e solo allora c'è di strutturale e non cronologico nel suo rapporto con la scienza moderna.

Contemporaneamente, ci rendiamo conto che la filosofia e la psicoanalisi si parla esattamente la stessa cosa, in termini di più identici sono effetto opposto. Così, la parola è contro la filosofia di interpretare le foglie più pienamente; è costruito come il nome dell'Anticristo – presentata prima di Nietzsche John. “Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; perché, se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi” (1 Gv, 2, 19). E potrebbe parlare di filosofi lacaniani; più appropriatamente, che riuscivano a ricordare che l'Anticristo, come tale, deve parlare esattamente come Cristo. Il suo discorso egli chiama discorso non ha nulla a che fare, sembra assolutamente, parla delle stesse cose, utilizzando gli stessi termini, e che, visto che non ha alcun rapporto con lui.

L'unica differenza con John, è che la moderna, non credere nel finito, non credono in Doomsday. Se l'Anticristo e Cristo continua la scomparsa di uno degli altri, Questo perché il tempo è vicino: “ci sono ora molti anticristi;: per cui sappiamo che è l'ultima ora”, Scrive l'Apostolo (1 Gv, 2, 18). Versare è antiphilosophie et philosophe, d'altronde, volte sono aperti, infinitamente. In questo infinito, la loro mutua esclusione diventa un avvolgimento reciproco; ciascun punto ha invertito per correlato nell'altra; ciascuno si accende il dio morto e viola sudario.

Jean-Claude Milner, L'Opera chiara, Lacan, Scienza, filosofia, “La filosofica”, Soglia, pp 146-154.

 

 

 

(18) Questo è il significato centrale dell'articolo “Britannica psichiatria e la guerra” (Evolution psichiatrica, 1947, p. 293-312); in grado di leggere, con la lode rivolta in Inghilterra, descrizione di un prossimo avversario: WASP mondo, sottoponendo l'Inghilterra e gli Stati Uniti insieme in ogni paese, a nome della scienza ideale, che non vi era più nemico del libero pensiero. Una versione di questo mondo: l'IPA. In 1960, Lacan ha concluso: “scostamenti notevoli in Inghilterra e in America” (Sovversione del soggetto, Scritti, p. 794); menzione di inghilterra vietato riconoscere qui una variante della risoluzione del’American way of life.

(19) Questo testo, letto in seminario 15 Marzo 1980, è una risposta a The. Althusser, designato come “Sig. A., filosofo”. Contrasto Par, Lacan indica il titolo di un'opera di Tristan Tzara: Mr. Aa, Egli antiphilosophe. Sulla notera proposizione “la filosofia è una cosa finita”; non è irragionevole interpretare: “la filosofia non ha posto nell'universo infinito”. Ringrazio François Regnault per aver attirato la mia attenzione a questo riferimento.

(20) Lacan si riferisce qui a’Saggio sulla indifferenza Lamennais. Il riferimento si trova in S., XI, p. 238. Si noti che i freudiani limiti della politica di indifferenza che non siamo costretti ad approvare; non vieta favore marcata nei confronti del sistema politico inglese. Per essere quasi la regola tra gli studiosi europei a partire dal XVIII secolo, questa tendenza non è priva di stupidità e contiene i semi di alcuni sviluppi successivi. Cf. Supra, n. 18.

 

Lascia un Commento