Archivi autore: ttyemupt

Quignard_Acteon

“Non solo la tradizione ha conservato i nomi di tutti i cani che Atteone divorato ma mantenuto l'ordine in cui ha avuto luogo la cava. Prima era che Mélanchétès, derivanti dietro Atteone, restituì il primo morso. Théodamas è stato il secondo visto e reni. Orésitrophos si aggrappò alla spalla. Quindi tutti i ganci abbattuti uno dopo l'altro sul corpo del cacciatore Come il corpo umano è diventato il corpo di un cervo magnifica. Prima i suoi cani preferiti: Ichnobates nato Gnosi, Melampo nati a Sparta, Pamphagos, Dorcée, Oribasos. Poi i Nébrophonos enormi, le Pterelas rapidi, la Theron selvaggio, Agre fascino incredibile. Poi Lélaps, Hylée, Péménis, DROMAS, Canache, Stictè, Tigri, Alcee, Thous. Nape allora che è ancora un lupo, Ladon così sottile Sicione, L'infaticabile Aello, Leukon bianco come la neve, Harpya e due piccoli. Poi Lyciscè e suo fratello Cipro, Absolute tutto nero, Harpalus con una macchia bianca sulla fronte, Melanee, Lachné, il laconico, Labros, Agriodos. L'ultima è stata la voce dolorosa Hylactor, aiguë, così penetrante ed è stato l'osso della mano destra di Atteone, non ancora trasformati in una scarpa, teneva tra i denti.”

Pascal Quignard, Ultima regno VII, Il sconcertato, p. 225.